La Coca Cola e i suoi effetti

coca-cola

La Coca Cola anche nota come Coke soprattutto negli USA deve il suo nome al fatto che nella sua ricetta sono impiegati, tra le altre sostanze, estratti provenienti dalle noci di cola ed estratti dalle foglie della pianta di coca, questi ultimi privati delle sostanze tossiche.Fu inventata dal farmacista statunitense come rimedio contro il mal di testa e la stanchezza.Ma alla fine fa bene o fa male?

Bevuto un bel sorso (una lattina? – n.d.A.) della nostra fresca bevanda, ‘dieci cucchiaini di zucchero colpiscono il sistema (più o meno il 100% della nostra razione giornaliera consigliata).’ La troppa dolcezza viene neutralizzata dall’acido fosforico contenuto nella bevanda che ‘sopprime’ il sapore impedendoci di ‘vomitare all’istante.’ Nei successivi dieci minuti tutto questo zucchero finisce nel sangue, causando ‘una bomba insulinica’; il fegato provvede ‘convertendo tutto lo zucchero che trova (e ne trova moltissimo) in grasso.’
ENTRO I QUARANTA MINUTI – Successivamente, si conclude l’assorbimento della caffeina. ‘Le pupille si dilatano, si alza la pressione arteriosa e il fegato è costretto a rilasciare altro zucchero nel sangue.’ Come risultato, dopo quarantacinque minuti dall’assunzione della bibita il corpo ‘alza la produzione di dopamina, stimolando i recettori del piacere.’ E questo è più o meno quello che fa l’eroina.
UN’ORA DOPO – Le reazioni chimiche che avvengono nell’intestino consentono ‘una ulteriore accelerazione del metabolismo’; l’alto quantitativo di zucchero e dolcificanti artificiali stimola anche la produzione di urina, aiutata in questo dalla ‘azione diuretica della caffeina’. E mentre il “rave party” nel nostro organismo inizia a scemare, il corpo va in shock ipoglicemico, facendoci diventare “irritabili e/o apatici”. Inoltre, a questo punto, abbiamo letteralmente pisciato via tutta l’acqua contenuta nella coca, evacuata insieme a preziosi nutrienti che il nostro corpo avrebbe potuto usare per idratare il sistema o costruire ossa e denti più forti”. Nelle successive ore, chiude il sito, il corpo andrà incontro a un ulteriore crollo caffeinico.
– è una bevanda a ph acido
-il Ph Acido della Coca Cola va ad interferire con la bile (che è alcalina) nel processo di assorbimento intestinale. L’iper- acidificazione del sangue affatica il cuore ostacolando la circolazione la cui conseguenza è l’innalzamento della pressione arteriosa, provocando quindi ipertensione.
Contiene Acido Fosforico, collegato tramite studi epidemiologici, con la diminuzione della densità ossea; alcune ricerche internazionali additano la presenza di acido fosforico, tra i fattori di rischio della calcolosi renale;
secondo uno studio effettuato da alcuni ricercatori dell’Università di Copenaghen, l’eccessivo uso di Coca Cola si assocerebbe a una diminuzione degli spermatozoi e dunque della fertilità.
– I minerali sottratti all’organismo a causa dell’acidosi creano debolezza a ossa e denti con perdita significativa di densità ossea, provocando nel tempo osteoporosi
l’uso continuato e smodato di Coca cola può far sorgere una carenza cronica di potassio nel sangue L’eccessivo contenuto di zucchero va a stimolare l’incremento di insulina con conseguente formazione di grasso endogeno da parte del fegato.nelle donne:promuove la formazione di cellulite negli uomini: modifica la struttura da androide a ginoide, con arrotondamento laterale delle cosce e aumento di fianchi e pancia contiene caffeina che se assunta in eccesso eccita il sistema nervoso intacca lo smalto e la radice dei denti in quanto sono sottoposti continuamente all’alto contenuto acido della Coca Cola.
Nota: il nemico non è la Coca-Cola bensì la combinazione di dosi eccessive di zucchero unite alla caffeina e all’acido fosforico.
Questa combinazione la si può trovare nella maggior parte delle bibite gassate.

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.