IO sono contro Salvini

E’ offensivo. E’ pericoloso. E’ anacronistico.

E’ offensivo per i nostri figli e per tutti i bambini a cui ha fatto riferimento.

E’ pericoloso perché la metafora lanciata dal palco è un seme sparso che rischia di attecchire: lo sa che si potrebbe intendere che oggi in Italia i nostri figli e le nostre famiglie sono sbagliate?

E’ anacronistico.  A sentire queste parole facciamo un passo indietro di 50 anni quando CIAI ha portato l’adozione internazionale in Italia.  Ma da allora sono circa centomila i bambini adottati da famiglie italiane.

Sono nostri figli, le nostre ragioni di vita, il bene più grande.

Le parole, lo sa benissimo, hanno sempre delle conseguenze. Possono far nascere paura e discriminazione al posto di accoglienza e tolleranza.

Lei cosa ha deciso di far nascere?

Potrebbero esserlo anche i tanti che affrontano esperienze drammatiche pur di cercare salvezza nella nostra terra.  Per questo la sua affermazione ci offende sia come genitori adottivi che come cittadini.

Un’offesa che ci brucia di più perché ricevuta da una così alta carica dello Stato.

Come cittadini italiani chiediamo di vivere in un Paese in cui siano banditi odio e discriminazione, in cui ogni bambino e ragazzo possa sentirsi accolto e valorizzato come persona e per quello che potrà un giorno dare alla società.

Queste le parole di Salvini a tal proposito

“È questa l’Italia a cui stiamo lavorando, che i figli nascano in Italia e che non ci arrivino sui barconi dall’altra parte del mondo già confezionati”. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, pronuncia queste parole a Cantù mentre chiama sul palco una madre con sei figli insieme ad altre famiglie accorse per il comizio del leader leghista: “C’è una certa sinistra che sostiene che dato che c’è una crisi demografica in Italia c’è bisogno di immigrazione, ma io sono al governo per aiutare gli italiani a tornare a fare figli perché accogliere chi scappa dalla guerra è giusto, ma le sostituzioni di popoli con popoli non mi piacciono”.

La cosa che più mi indigna a parte le parole di Salvini e che quelle persone che sono al governo con loro non abbiano nemmeno avuto l’idea di dissociarsi

Fonte il fatto quotidiano

 

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo alcuni strumenti, come i cookie, per mettere a disposizione servizi e funzionalità essenziali sul nostro sito e raccogliere dati sulle modalità di interazione degli utenti con il nostro sito, i nostri prodotti e servizi. Facendo cli su Accetto o continuando a utilizzare il sito acconsenti all’uso di questi strumenti per scopi pubblicitari e di analisi.