La frutta secca fa bene

Una quantità di frutta secca pari a 15-20 grammi al giorno, magari assunta a fine pasto o come spuntino affiancata da un frutto fresco, è una dose accettabile anche quando non si ha appetito e riesce ad arricchire la nostra alimentazione di nutrienti.

Volendo possiamo consumare anche frutta essiccata senza però esagerare!
La frutta disidratata è ottima per ricaricarsi di zuccheri (contiene fruttosio e glucosio) e fibre solubili. Può essere assunta al mattino, come spuntino o in piccole quantità dopo l’allenamento per velocizzare il recupero delle energie.
Ma vediamo nel dettaglio le proprietà:

• Albicocca secca (ricca di caroteinoidi, è indicata per chi è anemico e sempre stanco)
Ananas secco (è un diuretico naturale, indicato in caso di ritenzione idrica, data da stati infiammatori silenti)
Banana secca (le sue fibre sono particolarmente utili per riequilibrare il microbioma intestinale)
Castagna secca (rispetto agli altri frutti è ricca di amido, proteine e zolfo)
Ciliegina secca (ha un’azione simile all’aspirina nel diminuire i segnali dolorifici associati a stati infiammatori)
Fico secco (ha un effetto lassativo in alte dosi, piccole invece aiuta l’azione del microbiota)
Dattero secco (ricco di ferro, aiuta ad abbassare le LDL)
Kiwi secco (è tra i frutti più ricchi di vitamina C, ancora più dell’arancia)
Mela secca (ricca di fibre importanti contiene molte vitamine e l’acido folico)
Pera secca (indicata durante gli stati febbrili aiuta a far scendere la temperatura corporea)
Mirtillo secco (ricco di acidi organici aiuta la salute dei capillari)
Papaya secca (contiene la papaina che aiuta tutte le persone con difficoltà a digerire le proteine)
Pesca secca (possiede proprietà lassative ed aiuta chi ha problemi alla vescica)
Prugna secca (tra i frutti con più antiossidanti in assoluto, le fibre hanno proprietà lassative)
Uva sultanina (ha un’azione antiossidante, riduce il colesterolo cattivo e ha un effetto antitumorale)
E di frutta secca oleosa
Anacardi e arachidi (ricche di niacina, utile per il recervello e la circolazione sanguigna, sono anche ricche di omega 6)
Noci (contengono omega 3, abbassano il colesterolo e migliorano la qualità della pelle)
Mandorle (ricche di magnesio e vitamina E, hanno un ottimo profilo lipidico)
Noci di macadamia (contengono flavonoidi utili per la salute cardiovascolare)
Noci del Brasile (contengono piccole quantità di radio e possono interagire con la tiroide)
Pinoli (ricchi di grassi positivi monoinsaturi, hanno un effetto antiossidante)
Pistacchi (hanno un blando effetto antitumorale, il profilo dei grassi non particolarmente positivo come l’altra frutta secca)
Nocciole (ricche di fitosteroli, hanno un buon quantitativo di vitamina E)
Cocco (non ha un profilo lipidico particolarmente vantaggioso, ma possiede acidi grassi che migliorano il metabolismo)

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

FacebookTwitterInstagram

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.